logo-nero.png

COLLEZIONI  >  CLASSICA

C

 CLASSICA

Lo studio e la ricerca degli ultimi anni, hanno portato alla nascita della Collezione Classica, composta da opere uniche e originali, sapientemente applicate ad elementi d’arrendo ricercati e contemporanei, adatti ad ogni ambiente.

Anche in questo caso la storia rappresenta il fil rouge della collezione e questa volta si parla di amore, il più potente dei sentimenti.

Ogni tavola, e quindi ogni oggetto, rappresenta uno stato d'animo, raffigura un momento sentimento nel racconto.

Il gioco, la provocazione che vi lanciamo è nel tentare di rimescolare le carte, ricollocando le opere in un’ordine diverso, la storia può cambiare, permettendo ad ognuno, di raccontare la propria.

Questa collezione è ispirata all'amore, di come può iniziare e delle difficoltà che si possono incontrare verso la strada della felicità in due.
 

L’amore nasce come un’ESPLOSIONE in noi, un colpo di fulmine, un vortice di sentimenti.
La nostra mente inizia a vagare, un turbinio di emozioni ci fanno girare la testa, ci fanno sorridere, e segretamente vogliamo custodire i PENSIERI più intimi in uno scrigno che possiamo aprire solo noi.

Vorremmo passare tutto il tempo con la persona amata a costruire SOGNI comuni, fantasticare sul domani. 
La nostra percezione nel mondo stesso cambierà, ci apparirà distorto, come scorgere la realtà attraverso mille frammenti di uno SPECCHIO
Affronteremo momenti in cui i dubbi prenderanno il sopravvento e il personale conflitto interiore tra BENE/MALE, tra giusto e sbagliato, tra pensieri felici e dubbi atroci vacillerà e soffriremo, ma l’amore vero vince su tutto, una VITTORIA intesa come conclusione delle ostilità, pace dei sensi.
Se siamo disposti ad ascoltare, a riavvicinarci all’altro ci rendiamo conto che non possiamo fuggire a quell’attrazione, a quella felicità, al magnetismo dell’UNIONE che ci fonde come un’unica entità.


ESPLOSIONE, PENSIERI, SOGNI, SPECCHIO, MALE/BENE, VITTORIA, UNIONE. 
Sentimenti profondi e sensazioni vere, ognuno di noi può scorgere la propria visione, giocando a riorganizzare e  rimescolandole le opere, si possono raccontare mille storie differenti.

ESPLOSIONE legno

ESPLOSIONE

Batticuore, manca il respiro, come essere dinnanzi ad una luce abbagliante, sentirsi disorientati da tutte le sensazioni che si provano.

PENSIERI

Riflessioni in movimento che entrano ed escono dalla nostra mente. Pensieri che possiamo custodire e proteggere come in uno scrigno che solo noi possiamo aprire.

PENSIERI legno
SOGNI legno

SOGNI

Fantasticare sul futuro, cogliere quell’attimo in cui si intravede qualcosa di diverso nel futuro e si tende ad esso. Restare ore sdraiati in un prato a guardare le nuvole.

SPECCHIO

Gioco di riflessi, frammenti di specchi e mondi sospesi. Porte e portali verso l’ignoto che ci disorientano, ma possono anche suggerire un via di fuga.

SPECCHIO legno
BENE-MALE legno

BENE/MALE

Eterna battaglia dell’uomo, la scelta tra bene e male. Noi possiamo spingerci ad agire o fermare ogni tentativo di procedere, di lasciarsi andare. Due lati opposti di ogni anima.

VITTORIA

Rappresenta la fine di ogni conflitto, interiore o con l'altro, è la conclusione positiva di un percorso, raggiungere il traguardo, aver scalato la montagna. Senso di gioia, serenità, come la conclusione di un temporale, quando le nuvole si diradano e lasciano filtrare i raggi del sole he illuminano il percorso fatto.

SERENITÀ legno
UNIONE legno

UNIONE

Attrazione, unione, fusione, tutto viene attratto in un vortice magnetico che riporta equilibrio e completezza.

Trovare ed unirsi alla propria anima gemella è la costante ricerca dell'uomo.

 

ESSENZE

In questi elementi d’arrendo abbiamo utilizzato legni naturali, per rispettare al massimo la materia, le variazioni cromatiche sono date dalla scelta di diverse essenze.

ACERO

MOGANO

WENGÈ

ROVERE

NOCE

PALISSANDRO

ACCIAIO

MARZIA BOAGLIO storyartdesign • Via San Secondo 102 • 10128 Torino • P.Iva/Vat IT03316090046 • contacts@marziaboaglio.it

  • Facebook
  • instagram

© 2016-2019 All copyright and design rights reserved to Marzia Boaglio • Photo: Jana Sebestova